Le nazionali asiatiche ai Mondiali

Le nazionali asiatiche ai Mondiali

Luglio 2, 2020 2 Di Alessandro Amodio

In questo articolo di curiosità e statistiche (Curiostats) parliamo dei risultati conseguiti dalle Nazionali Asiatiche ai mondiali.

19-24-74. No, non si tratta di un terno secco sulla ruota di Singapore. Sono i risultati delle squadre asiatiche alle fasi finali dei campionati mondiali. Su 46 Nazioni affiliate all’AFC, 12 hanno raggiunto la fase finale. La Corea del Sud, fra le nazionali asiatiche ai mondiali, è quella con più partecipazioni 10. Di cui nove partecipazioni consecutive dall’edizione del 1986 disputata in Messico.

Come abbiamo scritto altrove, le Indie Orientali Olandesi nel 1938 sono state la prima nazione a partecipare ai campionati mondiali, 28 anni dopo nel 1966 la Corea del Nord ha realizzato il primo goal (sino ad allora il calcio asiatico aveva una differenza reti -22 con 0 goal fatti) in una fase finale, ma non solo ha anche portato a casa il primo successo nella famosa partita contro l’Italia, quella partita è stata l’unico successo fino a quando, nel 1994, l’Arabia Saudita ha sconfitto prima il Marocco e poi il Belgio raggiungendo gli Ottavi di finale dove fu eliminata dalla Svezia.

Il Giappone fino al 1998 non aveva mai ottenuto il pass per la fase finale; da allora i nipponici hanno sempre centrato l’obiettivo con 6 partecipazioni consecutive, insediandosi al secondo posto come numero di partecipazioni. Inoltre, sono gli unici asiatici ad aver superato per ben 3 volte la fase a gironi (2002, 2010, 2018), praticamente ogni 8 anni accedono agli Ottavi di finale.

Il miglior risultato è stato quello della Corea del Sud del mago olandese Guus Hiddink. Nell’edizione del 2002, ospitata insieme ai vicini giapponesi, hanno raggiunto la semifinale persa poi contro la Germania. Superando agli Ottavi e ai Quarti, pur con qualche sospetto, giganti del calcio mondiale come Italia e Spagna.

L’edizione del 2022, a 20 anni dalla prima, si disputerà di nuovo in Asia. Magari ci sarà un nuovo exploit di qualche squadra asiatica. Parafrasando la coreografia della curva SudCoreana nella partita contro l’Italia: “Again 2002”.