Lo spareggio Italia-Russia nelle qualificazioni a France ’98

Lo spareggio Italia-Russia nelle qualificazioni a France ’98

Luglio 8, 2020 1 Di Luca Sisto

Lo storico spareggio Italia-Russia per le qualificazioni a France ’98, in cui fece il suo esordio a gara in corso Gigi Buffon.

 

Nelle qualificazioni ai Mondiali di France ’98, gli Azzurri raggiungono solo i playoff, giungendo secondi nel girone alle spalle dell’Inghilterra, nonostante la vittoria per 1-0 a Wembley con lo storico gol di Zola, che sarebbe poi diventato a sua volta icona del calcio d’oltremanica.

Il 29 ottobre 1997, sotto una fitta nevicata, esordisce in maglia azzurra Gigi Buffon nello spareggio d’andata contro la Russia. Finisce 1-1 con reti di Vieri e autogol di Cannavaro.

Tutto rimandato al ritorno.
Per l’occasione viene scelto il San Paolo di Napoli. Gli uomini di Maldini si presentano in campo in una formazione molto diversa da quella che effettivamente sarà prenderà parte ai mondiali. Il gol decisivo è di Pierluigi Casiraghi, che France ’98 la guarderà da casa.

Nel frattempo, l’infortunio di Peruzzi apre le porte della titolarità a Pagliuca, mentre Toldo e Buffon si guadagnano a loro volta la convocazione.
Ai mondiali torna in rosa Beppe Bergomi, che sembra più giovane sia di Italia ’90 che di Spagna ’82, quando diciottenne vinse la Coppa.
Il dualismo Baggio-Del Piero tormenterà le notti di Cesare Maldini e sarà materiale ad oltranza per la stampa italiana.
L’obiettivo è, ovviamente, arrivare in fondo.
E non potrebbe essere altrimenti a guardare la rosa, in particolare la batteria d’attacco: Baggio, Del Piero, Vieri, Inzaghi, Chiesa.
Siamo alla fine degli anni ’90. L’epoca d’oro degli attaccanti azzurri. Tra i convocati, resta fuori gente come Totti. Non uno qualunque.
L’Italia viene sorteggiata con Camerun (sweet memories), Austria e Cile.
Con i favori del pronostico, insieme a Brasile, Francia, Inghilterra, Germania campione d’Europa e Argentina, aprirà i battenti France ’98 (qui potete leggere il Mondiale degli Azzurri).