9 gol acrobatici in cui Ibra ha usato il Taekwondo

9 gol acrobatici in cui Ibra ha usato il Taekwondo

Novembre 1, 2020 Off Di Luca Sisto

Zlatan Ibrahimovic ha appena regalato i tre punti al Milan contro l’Udinese, con una rovesciata acrobatica ma piuttosto fortunata, che ha ingannato i friulani alla Dacia Arena. Nella sua ventennale carriera, non è assolutamente nuovo a questi colpi: più di una volta ha dichiarato che, a riguardo, gli vengono in aiuto i suoi allenamenti col taekwondo, di cui è cintura nera. Arte marziale d’origine coreana, disciplina olimpica largamente diffusa anche in Italia, il taekwondo basa il 90% dei suoi colpi sull’abilità nei calci, da fermo, acrobatici, anche volanti. Uno skills set che, a quanto pare, Ibra utilizza a suo piacimento anche in partita. Nella folle rassegna che segue, raccontiamo 9 gol acrobatici in cui Ibra ha usato il taekwondo.

 

1. Zlatan vs Italia Europei 2004

Uno dei gol subiti più famosi della storia del calcio italiano. Il tempismo con cui Ibra anticipa Buffon in uscita col “colpo dello scorpione” resterà nella storia, come il successivo “biscotto” fra Svezia e Danimarca, utile per buttare fuori l’Italia dagli Europei. Ibra era appena stato acquistato dalla Juventus, e questo è stato il primo vero incontro dei tifosi italiani con la Ibra Supremacy. L’Italia pallonara si sarebbe rifatta col Mondiale del 2006, ma quell’edizione degli Europei, con le lacrime di Cassano dopo l’inutile vittoria con la Bulgaria, brucia ancora.

 

2. Zlatan vs Inghilterra 2012

Amichevole dominata dalla Svezia, che vince 4-2, con gol della staffa di Ibra in rovesciata a pallonetto da 35 metri, in pieno recupero. Semplicemente epico, anche se Hart fa come suo solito la figura del fesso. Sobri i festeggiamenti al gol di Ibra e della panchina svedese. E dire che per scatenare gli scandinavi ce ne vuole!

 

3. Zlatan vs Toronto (MLS) 2018

Partita sfortunata per i Galaxy (finirà 5-3 per Toronto), fino a che Ibra non decide di inseguire un pallone in profondità e spedirlo in rete con una frustata di destro, al culmine di un gesto perfettamente coordinato, mai visto prima.

 

4. Zlatan vs Udinese 2020

Veniamo a oggi. Ibra trova il tempo per vincere una partita combattuta alla Dacia Arena con una rovesciata fortunosa quanto decisiva. Il pallone rimbalza in porta dopo una deviazione. Alla soglia dei 40, Zlatan dimostra ancora una volta che fisicamente e atleticamente è un giocatore integro.

 

5. Zlatan vs Bologna 2008

Per i nostalgici interisti, vedere Adriano che punta Moras sulla sinistra, lo salta netto e mette in mezzo, vuol dire conoscere già il risultato. Tacco di Ibra e pallone sul primo palo col portiere attonito. Un gol straordinario.

 

6. Zlatan vs Marsiglia 2012

La frustata di Ibra con la pianta del piede, su cross da calcio d’angolo, fa viaggiare il pallone ad una velocità folle. Balisticamente, questo è forse il gol più inspiegabile. Il timing dell’impatto è perfetto, una qualsiasi frazione di secondo diversa da quella, avrebbe mandato il pallone in curva o docile fra le braccia del portiere. Invece parte una saetta imparabile.

 

7. Zlatan vs Bastia 2013

Ancora un campanile in area dopo un cross di Lucas, Ibra anticipa il difensore con un colpo di tacco ad altezza siderale, praticamente da fermo.

 

8. Zlatan vs Az 2004

Trattenuto vistosamente per la maglietta, Ibra è incontenibile e trova coordinazione e tempismo per rovesciare letteralmente in porta un pallone che spiove su calcio da fermo dalla trequarti, apparentemente fuori dalla sua portata. Un gol clamoroso.

 

9. Zlatan vs Francia Euro 2012

La Svezia è già eliminata dalla competizione, ma trova il tempo per battere la Francia. Uno dei gol, il più bello della competizione poi vinta dalla Spagna in finale contro l’Italia, è la sforbiciata di Ibra su cross di Larsson. Mexes può solo ammirare il golazo del suo compagno al Milan.

 

Bonus Track: Zlatan vs Cassano 2011

Dopo avervi mostrato i nostri 9 gol acrobatici in cui Ibra ha usato il taekwondo, ecco la volta in cui l’ha usato per far ammattire il talento di bari Vecchia.

Festa Scudetto del Milan, dopo lo 0-0 all’Olimpico di Roma. Sembra ieri, ma è l’ultima volta che una squadra italiana diversa dalla Juventus ha vinto il campionato di Serie A. Cassano, intervistato nello stadio che fu anche suo, viene interrotto da un calcio in faccia di Zlatan. Si gira di scatto come a voler reagire, poi si accorge che è Ibra e ci ripensa, saggiamente.