Fine della telenovela: Milik al Marsiglia una buona notizia per tutti

Fine della telenovela: Milik al Marsiglia una buona notizia per tutti

Gennaio 23, 2021 Off Di Luca Sisto

Arkadiusz Milik al Marsiglia. La cessione in extremis da parte del Napoli è una buona notizia, non solo per il club partenopeo, ma anche per il giocatore che può ritrovare la nazionale polacca in vista degli Europei, soprattutto ora che la Polonia si è affidata a un nuovo CT, il portoghese Paulo Sousa.

Come riportato da diversi siti di calciomercato, le cifre sono importanti per un giocatore che nel giro di sei mesi sarebbe andato a scadenza. Anche i francesi potrebbero in futuro ottenere una discreta plusvalenza nell’affare.

Il Napoli aveva già ammortizzato il costo del cartellino dell’attaccante, prelevato per una cifra vicina ai 32 milioni di euro nell’estate 2016 dall’Ajax, con l’obiettivo di non far rimpiangere la cessione di Higuain alla Juventus (ne abbiamo parlato diffusamente qui). Il prestito di 18 mesi (fino al 30 giugno 2022) per 8 mln di euro più 4 di bonus (facilmente raggiungibili) e, in particolare, una percentuale sulla futura rivendita (compresa secondo le indiscrezioni fra il 20 e il 25%), sono molto più di quanto il Napoli potesse sperare di incassare dalla cessione di Milik. Il giocatore, forte di un pre-accordo con la Juventus in estate, era finito fuori rosa dopo aver rifiutato Roma (bloccando un bel giro di attaccanti che coinvolgeva, ad esempio, Dzeko alla Juventus) e Fiorentina. Il Marsiglia è l’unica squadra che si è fatta avanti, da allora, in maniera ufficiale per un calciatore fermo da sei mesi e che a Napoli aveva ormai dimostrato di non voler più giocare, declinando un rinnovo comunque proposto più volte nelle ultime estati.

In lista di sbarco già da due stagioni, il Napoli si è finalmente liberato di lui. Ma anche il Marsiglia, qualora il giocatore, che nonostante i due gravi infortuni al crociato è ancora valido, dovesse ritrovare la via del gol con continuità, potrebbe nel giro di 6-18 mesi ricavare una plusvalenza interessante. Arek è un attaccante che ha un valore di mercato che si aggira intorno ai 35-40 mln e le cui caratteristiche sono note, così come i suoi difetti.

La Ligue1 potrebbe essere la vetrina giusta per lui. Nel frattempo, con un video girato già questa estate, Milik ci ha tenuto a ringraziare la piazza di Napoli, che gli è stata vicino nella buona e nella cattiva sorte, fino a che la stampa non ha letteralmente scatenato una guerra nei confronti del giocatore e dei suoi agenti, rei di aver rovinato i piani del Napoli, che si è ritrovato a cominciare la stagione con 5 prime punte, di cui due fuori rosa. Gli infortuni di Osimhen e Mertens hanno poi fatto sì che, addirittura, Llorente venisse reintegrato (altro giocatore in scadenza, per lui si parla di Udinese). Milik altresì, ha poi deciso di accettare la destinazione Marsiglia, rinnovando il contratto col Napoli (per consentire la cessione a titolo temporaneo con obbligo di riscatto) e liberandosi dal “giogo” di De Laurentiis che non vedeva l’ora di trascinarlo in tribunale per discutere di pendenze e professionalità.

In quel di Marsiglia, intanto, resta da vedere che fine farà il Pipa Benedetto in avanti. In Italia continua a muoversi ben poco e l’attaccante argentino potrebbe essere una buona soluzione per un club medio piccolo in cerca di un bomber esperto. Il solo Mandzukic, svincolato, si è accasato al Milan andando a riempire una delle poche falle del sistema di Pioli, ovvero il bomber di scorta per sostituire Ibra, ma in grado di riempire l’area senza disturbarlo anche al fianco dello svedese, a gara in corso o nelle partite contro le squadre che si chiudono fin dal calcio d’inizio.

Insomma, Milik al Marsiglia è una buona notizia per tutti. Non resta altro che vedere quando il Napoli recupererà Osimhen, che nel frattempo è guarito dal covid. Le cessioni del polacco e di Llorente sembrano comunque lasciar intendere buone nuove da Mertens e dal nigeriano all’ombra del Vesuvio.